Elena Strada
fondo mostre
CLAUDIO CERRITELLI

SUL FILO DEL COLORE 2003

Immaginando il filo del colore come uno zoom dell’anima, Elena Strada esplora la luce del paesaggio, lascia affiorare impulsi dal profondo, trattenuti nell’armonia della composizione: inoltre commisura il valore del gesto all’esigenza di equilibrio dell’immagine.
L’artista ama il progetto e l’abbandono emotivo, la materia e la sua infinita gestazione, il lato oscuro della natura e la sua origine, fissando nel divenire dei segni la possibilità di mettere in luce un particolare .
Alla misura simbolica del dittico è affidato l’evento ambiguo della luce : da un lato l’immagine mostra fluenze leggere, dall’altro le fibre della pelle pittorica sono messe a fuoco nel dettaglio della materia. Nel confronto dialettico dello spazio affiorano diverse sensazioni cromatiche, valori tattili e percezioni astratte
che spingono la pittura a guardarsi dentro.

(Presentazione del  catalogo “Sul filo del colore”, 2003)